Foto 698 - La quiete dopo l'asta del pesce.















Mercato ittico - primi anni 70 del novecento Ore 7:00 del mattino. In pescheria si sono da poco cocluse le operazioni giornaliere di pesatura e astatura del pescato. Sullo spazio centrale, interno al mercato ittico, le cassette con il pesce acquistato all'asta dai vari compratori attende di essere caricato sui mezzi di trasporto per essere portato alla vendita oppure nei ristoranti per soddisfare le esigenze dei menù del giorno. La voce dell' astatore che scandisce a scalare il prezzo del pesce esposto alla vendita ed il brusio rumoroso dei compratori presenti all'interno della struttura che fino a poco prima si sono contesi il pescato, ha lasciato il posto ad una momentanea calma. In piedi sull'uscio di una delle stanze che fanno parte della strattura, Pasqualina Castellani in Grilli, sembra concedersi un momento di tranquillità.
Indossa ancora intorno alla vita un telo di plastica (la 'ncerata) servita, poco tempo prima, per riparare gli abiti dall'acqua e dal contatto con le cassette di pesce durante il trambusto delle operazioni di vendita.

Nella foto si riconosce:
da sin.: Pasqualina CASTELLANI in GRILLI

il mouse sopra la foto aiuta ad identificare i personaggi


Fonte: Albano BALLARINI