Per Anna.

(06 gennaio 1979)
Tratta da: "Frammenti di un'esperienza
Edizioni Cappelletti 1980

Dolcissimi occhi e capelli al vento...
...Fu cosė che l'antica sensazione d'innocenza
trafisse il mio cuore.
E due ragazzi si rincorrono a piedi nudi
nella campagna odorosa di grano
dopo la mietitura.
E l'emozione del primo amore d'adolescente
chiuso alle indiscrezioni degli altri
e goffo in sua presenza.

Chissā dov'č ora
la contadinella dalle rosse guance
con la quale fare all'amore
sarebbe stato uno splendido gioco,
come la Natura che ci circondava.

Nei tuoi occhi scorgo ora il mare
con tutta la sua pace e violenza
e riscopro la vera dimensione umana.

I tuoi capelli neri liberi al vento
esprimono la tua fierezza di femmina
che si trova ormai alle soglie della giovinezza.

E un gabbiano sprezzante del rischio
rappresenta ora la mia ricerca di libertā.

...Grazie Anna per tutto questo.
Ma domani č domenica

e tu pensa all'abito migliore che hai da indossare.
Pensa alla maschera che dovrai portare
per apparire apprezzabile al John Travolta
che fisserā i suoi occhi su di te.

...Ancora una volta
un fiore verrā strappato al suo giardino
per paura di non possederlo.



Le poesie di Enrico traversa - un poeta dimenticato